cellule “cyborg” semiviventi

Scienziati creano cellule “cyborg” semiviventi che potrebbero trasformare la medicina. Attraverso un complesso processo chimico, gli scienziati sono stati in grado di sviluppare in laboratorio cellule “cyborg” sintetiche e versatili. Condividono molte caratteristiche delle cellule viventi pur non avendo la capacità di dividersi e crescere. La non replica è importante. Affinché le cellule artificiali siano utili, devono essere attentamente controllate, e ciò non può avvenire così facilmente se si propagano nello stesso modo delle cellule reali.

I ricercatori dietro il nuovo sviluppo pensano che questi cyborg potrebbero avere un’enorme varietà di applicazioni, dal miglioramento dei trattamenti per malattie come il cancro alla pulizia dell’inquinamento attraverso processi chimici mirati. I test di laboratorio sui campioni di tessuto hanno mostrato che le cellule appena sviluppate erano in grado di invadere le cellule tumorali, evidenziando il potenziale di questi elementi costitutivi biologici modificati. La ricerca è stata pubblicata su Advanced Science.

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

Trovato meteorite di 7.6 kg in Antartide

L’Antartide è un posto difficile in cui lavorare, per ovvi motivi: è molto freddo, remoto e selvaggio. Tuttavia, è uno dei posti migliori al mondo per cacciare i meteoriti. Ciò è in parte dovuto al fatto che l’Antartide è un deserto e il suo clima secco limita il grado di alterazione degli agenti atmosferici che subiscono i meteoriti. Oltre alle condizioni asciutte, il paesaggio è ideale per la caccia ai meteoriti: le rocce nere dello spazio si stagliano chiaramente contro i campi innevati. Anche quando i meteoriti affondano nel ghiaccio, il movimento agitato dei ghiacciai contro la roccia sottostante aiuta a esporre nuovamente i meteoriti vicino alla superficie di ghiaccio blu. Un team internazionale di ricercatori appena tornato dall’Antartide può attestare l’amicizia del continente con i cacciatori di meteoriti: sono tornati con cinque nuovi meteoriti, tra cui uno che pesa 7,6 kg. Tutti i meteoriti sono importanti e possono essere incredibilmente preziosi dal punto di vista scientifico ma, ovviamente, trovare un grosso meteorite come questo è davvero raro.

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

le lavastoviglie possono danneggiare l’intestino e portare a malattie croniche

Attenzione: le lavastoviglie possono danneggiare l’intestino e portare a malattie croniche. Le lavastoviglie sono un modo conveniente per pulire e asciugare rapidamente piatti, bicchieri e posate in vari ambienti come ristoranti, scuole e caserme. Tuttavia, un recente studio condotto dai ricercatori dell’Istituto svizzero di ricerca sull’allergia e l’asma (SIAF), un istituto associato dell’Università di Zurigo (UZH) , ha rivelato che questi apparecchi comportano un rischio. Lo studio ha rilevato che un ingrediente nei brillantanti commerciali ha un effetto tossico sul tratto gastrointestinale. In molti apparecchi non esiste un ciclo di lavaggio aggiuntivo per rimuovere il brillantante residuo ciò significa che le sostanze potenzialmente tossiche rimangono sui piatti. Quando i piatti vengono utilizzati la volta successiva, questo residuo chimico essiccato può facilmente finire nel tratto gastrointestinale.

 

 

 

 

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

L’eczema

L’eczema, noto anche come dermatite atopica, è una condizione cronica della pelle caratterizzata da pelle secca, pruriginosa e infiammata. È una condizione comune che colpisce persone di tutte le età, ma è più diffusa nei neonati e nei bambini. L’eczema può far diventare la pelle rossa, squamosa e screpolata, causando disagio, dolore e prurito. ricercatori del Mount Sinai hanno riportato sulla rivista The Lancet risultati promettenti di uno studio clinico con “rocatinlimab”, una nuova terapia con anticorpi monoclonali adattata ai singoli pazienti. Lo studio è stato condotto su pazienti con dermatite atopica da moderata a grave, nota anche come eczema. I pazienti hanno mostrato un miglioramento significativo dei loro sintomi durante l’assunzione del farmaco e i benefici sono persistiti fino a 20 settimane dopo l’interruzione della terapia. Secondo i ricercatori, i risultati dello studio suggeriscono che il rocatinlimab ha il potenziale per modificare la composizione genetica dell’eczema di una persona a lungo termine e potenzialmente sostenere risultati duraturi anche dopo l’interruzione della terapia.

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

Marte da sette mesi a 45 giorni

La NASA ha annunciato il finanziamento di un razzo a propulsione nucleare che potrebbe ridurre il tempo necessario per raggiungere Marte da sette mesi a 45 giorni. Il razzo termico nucleare bimodale potrebbe essere utilizzato per trasportare sia astronauti che merci intorno al Sistema Solare, evitando i principali pericoli associati ai viaggi interplanetari, inclusa l’esposizione alle radiazioni. I razzi termici nucleari bimodali funzionano con reazioni di fissione nucleare simili a quelle impiegate nelle centrali nucleari e nei sottomarini. L’energia viene utilizzata per riscaldare il propellente a idrogeno liquido. Un viaggio con equipaggio su Marte potrebbe durare fino a tre anni utilizzando le attuali tecnologie di propulsione.

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

The Night Watch

3,63 metri di altezza e 4,37 metri di diametro, il dipinto noto comunemente come The Night Watch (la ronda notturna)  è il dipinto più grande di Rembrandt. Secoli dopo la sua creazione, stiamo ancora scoprendo i più piccoli dettagli nei suoi pigmenti, grazie ai progressi della tecnologia moderna. Un team di ricercatori provenienti da tutta Europa ha trovato una molecola inaspettata mentre studiava l’accumulo di vernice che componeva la famosa opera d’arte olandese dell’età dell’oro. Una tecnica chiamata diffrazione di raggi X su polvere ha rivelato la presenza di formiati di piombo, incluso il raro formiato di piombo (II), Pb(HCOO)2. Rembrandt ha mescolato l’ossido di piombo (II) nel suo mezzo pittorico di olio di lino per i colori della vernice più chiari per aiutarli ad asciugare. Le interazioni con altre molecole nel tempo lo hanno trasformato nei formiati di piombo. Sembra che anche i grandi maestri della pittura come Rembrandt abbiano usato questo trucco per l’essiccazione dei loro dipinti. Rembrandt è famoso per la sua esplorazione di materiali, tecniche e composizioni pittoriche e le scoperte dei ricercatori dell’Operazione Night Watch hanno continuato a dimostrarlo.

Questo studio è pubblicato in Angewandte Chemie International Edition.

 

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

Gli scienziati scoprono il succo di frutta giapponese che può aiutare a prevenire il cancro ai polmoni

Gli scienziati scoprono il succo di frutta giapponese che può aiutare a prevenire il cancro ai polmoni. Il “Sarunashi” ( Actinidia arguta ) è un frutto commestibile coltivato nella prefettura giapponese di Okayama. I ricercatori dell’Università di Okayama guidati dal Dr. Sakae Arimoto-Kobayashi, professore associato presso la Facoltà di Scienze farmaceutiche dell’Università di Okayama, hanno dimostrato che il succo di Sarunashi e il suo componente costitutivo isoquercetina (isoQ) aiutano a prevenire e ridurre il cancro ai polmoni. A. arguta è una delle fonti più ricche di polifenoli e vitamina C. Queste scoperte sono state pubblicate il 9 dicembre 2022 su Genes and Environment.

 

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

Gli scienziati hanno costruito un raggio traente macroscopico usando la luce laser.

Gli scienziati hanno costruito un raggio traente macroscopico usando la luce laser.

Sappiamo che i raggi traenti di Star Trek e Star Wars sono solo fantascienza (sino ad ora). Ma i raggi traenti esistono già, anche se la loro portata è solo microscopica.

I raggi traenti microscopici sono impiegati in dispositivi chiamati pinzette ottiche. Le pinzette ottiche utilizzano i laser per spostare oggetti microscopici come atomi e nanoparticelle. Sono usati in biologia, nanotecnologia e medicina.

Questi raggi traenti funzionano su oggetti microscopici ma non sono abbastanza forti da trascinare oggetti macroscopici più grandi.

Ora un team di ricercatori ha dimostrato con successo un raggio traente macroscopico. Hanno pubblicato il documento che spiega il loro lavoro sulla rivista Optics Express. Questo raggio traente macroscopico funziona solo in particolari condizioni di laboratorio, quindi è solo una demo ma è già qualcosa…

 

 

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

Sei minuti di intenso esercizio stimolano una molecola cruciale nel tuo cervello

Sei minuti di intenso esercizio stimolano una molecola cruciale nel tuo cervello. Sei minuti di esercizio ad alta intensità sono sufficienti per produrre una proteina chiave nel cervello, una proteina importante per la formazione, il funzionamento e la memoria del cervello e che è stata implicata nel progresso di disturbi neurodegenerativi come il morbo di Alzheimer. La proteina specializzata in questione è chiamata fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF) e promuove sia la crescita che la sopravvivenza delle cellule neuronali nel cervello, oltre a facilitare lo sviluppo di nuovi collegamenti e percorsi di segnalazione. “Sta diventando sempre più chiaro che l’esercizio apporta benefici alla salute del cervello in tutte le fasi della vita”, afferma Kate Thomas , fisiologa dell’esercizio e autrice dello studio presso l’Università di Otago.

“Questi dati mostrano una strada in cui l’esercizio fisico intenso può svolgere un ruolo. Fortunatamente, l’esercizio è ampiamente accessibile, equo e conveniente”.

La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Physiology .

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!

Un nuovo farmaco orale abbassa il colesterolo del 70%.

Un nuovo farmaco orale abbassa il colesterolo del 70%.se Gli inibitori PCSK9 sono il secondo tipo più comune di farmaci utilizzati per gestire i livelli di colesterolo, dopo le statine. Questi farmaci sono altamente efficaci nel ridurre il colesterolo in eccesso nel sangue, ma a differenza delle statine, che possono essere assunte per via orale, gli inibitori del PCSK9 devono essere iniettati. Un farmaco che può essere assunto per via orale è stato sviluppato dai ricercatori degli ospedali universitari e della Case Western Reserve University School of Medicine. Il farmaco ha dimostrato di ridurre significativamente i livelli di PCSK9 e abbassare il colesterolo del 70% nei modelli animali. Questi risultati, pubblicati sulla rivista Cell Reports, rappresentano un nuovo approccio alla gestione del colesterolo e potrebbero anche avere implicazioni per i trattamenti contro il cancro.

Supportaci condividendo sui social il nostro articolo!